Virtus Roma-Benfapp Capo d’Orlando, le pagelle: Santiangeli positivo, Sims a metà. Moore sul ferro

Alibegovic 4.5: Solo 7 minuti in campo, nei quali forza due tiri, non riuscendo minimamente ad incidere sulla gara. E’ in un periodo di involuzione, Bucchi lo ha retrocesso nelle rotazioni.

Chessa 6: Meno efficace del solito in difesa, anche se l’avversario diretto è quel Triche che tanto male ha fatto a moltissime squadre. Stavolta il capitano si vede di più in attacco, mettendo a segno tre bombe, una delle quali a 13″ dalla fine per il pareggio e la speranza di portare a casa un’altra vittoria. Stavolta non va.

Moore 6: Più continuo rispetto alle ultime uscite, guida la rimonta ad inizio terzo quarto con i suoi soliti canestri pazzi. Ma nel momento in cui sarebbe servito gestire la palla forza altre due triple, non consentendo ai suoi di guadagnare ancora più margine. Piazza altri canestri ed esce ad un paio di minuti dalla fine per un forte colpo in testa, ma si ritrova in campo nel possesso finale. Ottima azione costruita dalla Virtus, la palla gli arriva in mano per un tiro da tre pulito, che però si spegne sul ferro assieme alla speranze della squadra.

Baldasso 6: Ha meno responsabilità in una gara nella quale il suo “titolare” non commette follie, riuscendo comunque a farsi notare per alcune cose molto positive. 2 recuperi e 3 assist oltre a due triple importanti. Purtroppo stavolta non riesce ad entrare nella storia della partita ma è comunque sufficiente.

Saccaggi 5: L’eroe della vittoria a Casale non ripete l’ottima prestazione della giornata precedente. Non sta neanche troppo in campo (16 minuti) ma è impreciso dalla lunetta, cosa comune a tutti i suoi compagni. Prestazione senza infamia e senza lode, ma ci si aspettava qualcosa in più da un giocatore che stava attraversando un buon periodo di forma.

Landi 5.5: Molto impreciso al tiro (2/7) ha comunque il merito di combattere sotto i tabelloni, come di consueto, catturando 8 rimbalzi. Ma in questa partita sarebbe servito da parte sua un guizzo offensivo e una maggiore precisione dalla lunetta, lui che ha le mani così educate. Un leggerissimo passaggio a vuoto che saprà certamente riscattare.

Prandin ng:  Esordio asciutto per il nuovo acquisto. Arrivato solo nel fine settimana, non ha il tempo di poter incidere e Bucchi gli concede 5 minuti di rodaggio. Fa vedere di poter essere un ottimo difensore, la meccanica di tiro non sembra essere delle migliori.

Sims 6: Primo tempo non degno della stagione che sta giocando, nervoso ed impreciso. Nel terzo quarto entra con un’altra faccia, la squadra lo cavalca e lui risponde presente. Alla lunga però ricade nella normalità, che per lui può significa 14 punti (pochi) ma anche 18 rimbalzi. Troppe le 5 palle perse, ma subisce 8 falli e chiude comunque con 27 di valutazione.

Santiangeli 6.5: Inizia con un’energia positiva che però non trascina tutti i suoi compagni. Si merita di restare in campo 33 minuti ed incide in ogni voce statistica: 11 punti, 7 rimbalzi, 1 recupero e 4 assist. Certamente il migliore dei suoi, molto propositivo ed il più continuo, considerando che è chiamato anche ad una gara difensiva di grande attenzione.

All. Bucchi 5.5: Sceglie di limitare Triche e di vedere se gli altri di Capo d’Orlando possano creare qualcosa di positivo. La squadra non riesce mai ad ammazzare le partite e questo è un limite oramai strutturale del gruppo, che alla lunga può costare punti decisivi. Nell’ultima azione rimette in campo Moore dopo un paio di minuti abbondanti nei quali era in panchina per una forte botta in testa che lo ha stordito, togliendo Landi. Fatalità vuole che la palla decisiva finisca in mano al play, che non ha la freddezza di vincere la partita con la tripla. Bisogna subito riordinare le idee e mettersi alle spalle un passaggio a vuoto, perché il finale di stagione sarà duro e ci sarà bisogno di tutte le energie. Ricordando che per l’ennesima volta in stagione deve fare a meno di un giocatore importante.

Please follow and like us: