Virtus Roma-Bertram Tortona, le pagelle: Landi tuttofare, Sims apre l’ufficio. Preziosi gli italiani

Alibegovic 7: Torna sui livelli di inizio stagione. Si fa trovare pronto quando serve, gioca da terzo lungo ma spesso è in campo mentre Landi e Sims si danno il cambio. Si guadagna ogni minuto, con 9 punti che sono molto più pesanti del fatturato totale, uniti ad un’ottima difesa individuale e nel meccanismo di squadra.

Moore 7: Molto calato all’interno della partita, non si fa ingolosire dalle sue solite forature, mettendo l’enorme talento al servizio della squadra. Colpisce anche la sua dedizione difensiva, sporcando spesso le linee di passaggio avversarie. Poco preciso da due (3/7) risponde con 4 triple su 7 tentativi, sempre presente nei momenti decisivi del match.

Sandri 5: Torna in campo a circa un mese di distanza dall’infortunio muscolare. Inizia con 2 palle perse di fila, sbaglia 3 triple e 2 liberi. Ha l’assoluta necessità di mettere minuti nelle gambe, arrugginite dal troppo tempo passato ai box. La Virtus ha bisogno di lui, assenza troppo sottovalutata soprattutto per quanto può dare in difesa.

Baldasso 7: Ancora una gara matura per il ragazzo. Bene nella difesa contro un reparto esteri di ottima qualità come quello di Tortona, segna quando serve e regala 6 assist ai compagni. Concreto, mai fuori ritmo, uno dei segreti di un roster molto ben amalgamato.

Saccaggi 7: E’ vero che Landi gli serve 3 cioccolatini da scartare, ma lui ci mette tanto del suo nella lettura dello spazio libero e nel prendere vantaggio al momento giusto. 30 minuti in campo, 7/8 al tiro, 2 recuperi ed il plus minus più alto. Gara silenziosa ma letale per gli avversari, risponde presente nel momento del bisogno.

Landi 8: Prestazione clamorosa del lungo, certamente alla sua miglior stagione in carriera. Doppia doppia da 10 punti e 15 rimbalzi, aspetto nel quale non fa mai mancare la propria voglia di lottare. Impreziosisce il tutto con 6 assist di pregevole fattura e quando c’è da lasciare il segno sulla gara la sua firma si legge a caratteri cubitali.

Prandin 6: Molto poco appariscente in attacco, ha comunque il merito di difendere forte sui diretti avversari, limitandone il rendimento. A breve entrerà nelle rotazioni del roster, ma è una risorsa in più a disposizione.

Sims 7.5: Giornata in ufficio per l’americano. Doppia doppia di ordinanza da 17 punti e 12 rimbalzi, subisce 5 falli con 2 stoppate, 1 recupero e 2 assist. Domina il duello a distanza con Lydeka, ha anche il tempo di esaltare il pubblico con un alley oop, andando a prendere la palla in cielo e staccando con i piedi fuori l’area. Un po’ in affanno in alcuni giochi a due in difesa, pratica comunque uno sport diverso rispetto al resto dei pari ruolo della categoria.

Santiangeli 6: Distrutto dalla febbre in settimana, alla vigilia della gara era ancora col termometro sul 38. Riesce a scendere in campo per soli 10 minuti nei quali non incide, ma è da apprezzare la voglia di mettersi a disposizione. Sufficienza di fiducia.

All. Bucchi 7: Influenze, infortuni, rientri dell’ultimo minuto. Il conto delle partite nelle quali la Virtus si è presentata con qualche problema oramai è in abbondante doppia cifra. Ma siamo nel rush finale della stagione, fa di necessità virtù e tira fuori il meglio da quelli che ha a disposizione. Partita da vincere e lo ha fatto, riuscendo comunque a proporre una buona pallacanestro anche se con qualche imperfezione da limare.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *